L’Unione Europea

Oggi inizierò un nuovo progetto, che consisterà nel pubblicare, due volte al mese, un post sul wordpress, in cui spiegherò diversi ambiti sempre legati all’Unione Europea.
Inizierò definendo l’Unione europea, i Paesi che la compongono e commentando le sue istituzioni.

Che cos’è l’Unione europea?

L’Unione Europea è un’associazione economica e politica composta da 27 Paesi europei (dal febbraio 2020 con l’uscita del Regno Unito), che hanno delegato parte della loro sovranità a istituzioni comuni per prendere democraticamente decisioni su questioni di interesse comune.

Un po’ di storia sulla creazione dell’Unione Europea…

Le origini dell’Unione Europea risalgono al 9 maggio 1950, quando il ministro francese Robert Schuman si rivolse alla Germania per porre la produzione franco-tedesca di carbone e acciaio sotto un’alta autorità comune e creare un’organizzazione aperta alla partecipazione degli altri Paesi europei. Nacque così la Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA), il cui trattato costitutivo, il Trattato di Parigi, fu firmato il 18 aprile 1951 ed entrò in vigore l’anno successivo per i sei Paesi firmatari: Francia, Germania, Italia, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo.

Questi firmatari della CECA hanno firmato i Trattati di Roma che istituiscono la Comunità economica europea (CEE) e la Comunità europea dell’energia atomica (CEEA) sei anni dopo. La CEE ha fissato gli obiettivi più ambiziosi e generali, proponendo un mercato comune che garantisca la libera circolazione di beni, servizi, persone e capitali e che avvicini progressivamente le politiche economiche degli Stati membri.

I Trattati di Parigi e Roma gettarono le basi per un’architettura comunitaria e l’8 aprile 1965 fu firmato a Bruxelles il Trattato di fusione, che creava un´unico Consiglio e un’unica Commissione per le tre Comunità. Sono stati creati anche un Parlamento europeo e una Corte di giustizia, a cui nel 1975 si è aggiunta la Corte dei conti, con il compito di effettuare il controllo esterno del bilancio comunitario.

Gli effetti positivi che la creazione delle Comunità europee ha avuto sugli Stati membri hanno spinto altri Paesi europei a presentare domanda di adesione: Regno Unito, Irlanda, Danimarca, Grecia, Spagna, Portogallo, Austria, Svezia, Finlandia, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Cipro, Romania e Bulgaria hanno aderito in fasi diverse e infine, il 1° gennaio 2013, si è verificato il settimo allargamento con l’adesione della Croazia.

Nel giugno 2016, il popolo britannico ha deciso con un referendum di lasciare l’Unione Europea, che è diventata effettiva il 31 gennaio 2020, portando l’adesione all’UE a 27 Paesi.

È importante sapere che l’Unione Europea è governata da un sistema interno di democrazia rappresentativa. Le sette istituzioni che lo compongono sono:

  1. Il Parlamento europeo. I membri del Parlamento europeo sono eletti direttamente e rappresentano i cittadini europei. Il Parlamento e il Consiglio esercitano il potere legislativo su un piano di parità, prendendo decisioni insieme.
  2. Il Consiglio europeo è il principale organo decisionale dell’Unione e il suo ruolo è quello di fornire all’UE un impulso politico su questioni fondamentali e di stabilire le priorità generali dell’UE. Il Consiglio esercita una guida politica generale e una rappresentanza esterna e nomina i capi delle massime istituzioni costituzionali.
  3. Il Consiglio dell’Unione europea rappresenta i governi di ciascuno degli Stati membri, che ne condividono la presidenza a rotazione (con l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona è stata istituita la figura del Trio di presidenza).
  4. La Commissione europea, o Collegio dei Commissari, rappresenta l’interesse comune dell’UE ed è il principale organo esecutivo. Applica il diritto dell’Unione, ne controlla il rispetto e ne attua le politiche, e ha l’iniziativa legislativa esclusiva davanti al Parlamento e alla Commissione; i suoi membri sono nominati dai governi nazionali.
  5. La Corte di giustizia dell’Unione europea esercita il potere giudiziario supremo nel sistema giuridico comunitario.
  6. La Corte dei conti supervisiona e controlla il corretto funzionamento e l’amministrazione delle finanze e dei fondi comunitari.
  7. La Banca centrale europea conduce e attua la politica monetaria unica dell’area dell’euro.
Advertisement

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s